TRADIZIONI gastronomiche non proprio italiane più famose al mondo

TRADIZIONI gastronomiche non proprio italiane più famose al mondo

 

fonte

http://www.italian-food-lovers.com/it/2011/05/le-10-tradizioni-gastronomiche-non-italiane-piu-famose-nel-mondo/

In giro per il mondo esistono, infatti, una moltitudine di ricette e tradizioni bollate come tipicamente italiane, ma che nel “Bel Paese” sono praticamente sconosciute o limitate soltanto ad alcune zone.
Queste sono spesso il frutto di culture affini a quella italiana, ma in un certo senso profondamente differenti, come ad esempio quella italo-americana.

Un cappuccino (Foto di: dichohecho - CC - Attribuzione)

Quest’ultima, infatti, sebbene affondi le sue radici nelle usanze introdotte negli Stati Uniti da parte degli emigrati italiani nella prima metà del XX secolo, è successivamente divenuta una gastronomia autonoma con i suoi capisaldi e le sue caratteristiche peculiari che hanno portato alla diffusione in America di alcune pietanze ritenute tipiche della gastronomia italiana, ma che ne sono in realtà molto distanti.
Di seguito vi riporto in ordine rigorosamente sparso una classifica soggettiva di queste “topiche” gastronomiche:

1- Il cappuccino a fine pasto
Non c’è dubbio che caffé e cappuccino siano uno dei vanti dell’italianità nel mondo, ma se il primo viene abitualmente consumato alla conclusione del pasto, il secondo, più sostanzioso, è solitamente sorseggiato fuori dai pasti, in particolare a colazione, accompagnato da un dolcetto.
Diversamente, fuori dall’Italia, il cappuccino viene spesso consumato al termine dei pasti come il caffé.

2- Il risotto e la pasta come contorni
Come vedremo in un post che pubblicheremo nei prossimi giorni, l’organizzazione delle portate nel pranzo all’italiana è unica al mondo e prevede che la pasta, e quasi sempre anche il risotto, siano serviti da soli. La rielaborazione della pasta come contorno ad altri piatti è molto diffusa in diversi paesi, ma in Italia è vista quasi come un sacrilegio.

3- La “Feast of the Seven Fishes”
Conosciuta negli Stati Uniti anche come “The Vigil”, questa ricorrenza, celebrata la sera della vigilia di Natale, prevede che si ceni con 7 portate di pesce.
Curiosamente la “festa dei sette pesci”, che in America è ritenuta da molti la più importante festività italiana, è in realtà sconosciuta in Italia, sebbene, soprattutto al sud, esistano tradizioni piuttosto simili e sia comunque usanza diffusa mangiare pietanze senza carne la sera del 24 Dicembre.

Caesar Salad

Una 'Caesar Salad'

4- Il ketchup sulla pasta
È uno degli abbinamenti che più fa impallidire gli italiani: sebbene il ketchup possa avere qualche similitudine con la salsa al pomodoro, infatti, versarlo sulla pasta nel “Bel Paese” è considerato un vero e proprio delitto gastronomico

5- Gli spaghetti alla bolognese
È probabilmente la ricetta italiana più diffusa nel mondo, solo che è praticamente impossibile trovare un ristorante a Bologna che la serva. Nella città patria del ragù alla bolognese, infatti, questo viene abbinato principalmente alla tagliatelle all’uovo.
Sebbene ai più questo possa sembrare un dettaglio di poco conto, in realtà nella gastronomia italiana l’abbinamento del sugo al giusto formato di pasta nella gastronomia italiana è considerato quasi sacro.

6- La pasta con il pollo
Parlando con amici americani, una delle richieste più frequenti è il consiglio per qualche tipica ricetta italiana di pasta con il pollo. È sempre piuttosto imbarazzante rispondere che, che io sappia, in Italia non esistono ricette tradizionali di pasta calda accompagnata da un sugo a base di pollo.

Le famose 'Fettuccine Alfredo' (Foto di:rizkapb - CC - Attribuzione)

7- La “Caesar salad”
Questa insalata, che porta il nome del suo presunto inventore, Caesar Cardini, fa parte di quella lunghissima lista di ricette inventate da cuochi di origini italiane, ma che in realtà in Italia sono pressoché sconosciute.

8- La tovaglia a quadratoni bianchi e rossi
Per qualche strano motivo queste tovaglie sono universalmente associate alla nostra gastronomia e all’estero quasi tutti i ristoranti che vogliono riprodurre un ambiente tipicamente italiano le usano. Probabilmente i turisti che vengono a visitare le città italiane rimangono piuttosto delusi quando scoprono che nei ristoranti tipici queste tovaglie non svengono utilizzate quasi mai.

9- Le “Fettuccine Alfredo”
Questo è forse l’elemento più curioso di questa breve top ten. Le fettuccine Alfredo sono al tempo stesso la pietanza “italiana” più famosa negli Stati Uniti e una delle meno conosciute in Italia.
Queste fettuccine, condite con burro e parmigiano, sono infatti effettivamente state inventate nel “Bel Paese”, e più precisamente da Afredo Di Lelio, il proprietario di un ristorante romano, ma in Italia non si sono mai imposte come piatto tradizionale. Oltreoceano, invece, sono diventate sempre più famose, divenendo nel tempo il simbolo della bella vita romana.
Per questo, quindi, schiere di turisti americani giungono in Italia sperando di poter apprezzare le fettuccine Alfredo in ogni ristorante della penisola rimanendo però delusi.

Gli 'spaghetti with meatballs'

10- Spaghetti con le polpette di carne
Una delle scene più famose del film animato “Lilli e il Vagabondo” è quella in cui ai due cani viene servito, su una tovaglia bianca e rossa per l’appunto, un piatto di spaghetti condito da grosse polpette di carne. Sebbene sia conosciuta in America come una ricetta italiana, anche questa è in realtà una pietanza della tradizione italoamericana. Se, infatti, è vero che nella gastronomia meridionale sono diffuse diverse ricette di pasta con il sugo alle polpette, è anche vero che queste sono sempre di piccole dimensioni, diversamente dal piatto ormai diffuso negli States.